fuori dalla claustrofobia

82

 

 

Ho voglia di uscire per un attimo, dopo aver scritto di mute e di sott’acqua.

In questo frangente esatto, poi, si sta inserendo nella Cisterna un file su referendum e terremoti. E allora, andiamo, non ho ancora finito di scrivere cose Udi 2009, ma sento il bisogno di pensare ad altro. Scrivo di getto, magari risistemo dopo. Ma non credo. Andiamo a vedere già da ora quel che mi lascia il web di cosa accadde di rilevante in Italia e nel Mondo, nel 2009. Rilevante? Comunque, mi va di giocare, ne ho veramente bisogno. Piano, quasi ordinatamente, ma sempre a modo mio, cosa è accaduto in Italia e Mondo nel 2009, a volo di quaglia. 177

Passata claustrofobia, torno volentieri in Casa Udi. Eravamo ferme all’estate del 2009. Da una parte, piccole onde anomale crescono. Dall’altra lievi scosse, puro assestamento. Nel mezzo, Udi resta la cosa più importante. È già tempo di pensare a Brescia. Per la sottoscritta, prima, un po’ di vacanze sarde.

 

vai

 

_______________

 

NOTE

 177
Ancora alfabetico da Mondo con incursioni sporadiche da Italia. A saltare non sarà solo Cronologia.
Afghanistan, proseguono attentati e salta un monte di persone, inclusi italiani; col 70% vince Karzai (già che ci sono, attentati anche in Egitto, Iraq e Spagna, in quest’ultima è ancora Eta).
Africa, polemiche dopo parole di Papa contro uso di profilattico. Qui, salta anche la pazienza.
Inferno di fuoco e incendi in Australia (già che ci sono, terremoto a Giava e ancora Sumatra, roghi in Grecia, tsunami a Tonga). Proseguo con alfabetico.
In Germania alle politiche rivince Merkel.
Giappone, liberaldemocratici sconfitti da democratici. Quanto ad andirivieni, Giappone e Italia sembrano ormai una cosa sola.
Inghilterra, qualche problema di immagine per governo Brown, a causa di scandali su rimborsi falsi/gonfiati. In Italia, non è possibile nessuno scandalo su tale versante, le leggine su rimborsi falsi se le sono già date, è tutto in regola.
Sempre Inghilterra, proteste con un morto contro il G20.
In Italia invece il G8 si terrà a l’Aquila, dopo il terremoto di cui sopra, e sarà successo d’immagine; successo è anche participio passato di succedere.
Iran, proteste di piazza, attacco suicida e si prosegue con questa storia all’uranio per mettere paura al mondo.
In Israele scordano tutto, compreso un Nobel, e continuano a scaricare fosforo su Gaza. Avevano iniziato sul finire del 2008. Non dico il numero dei morti.
Ah, un Papa era andato anche in Palestina nel 2009, è saltata la sequenza, non la cerco.
In Pakistan vincono i taliban, la rima qui non salta.
Russia taglia metano a Ucraina, assolve tutti nel processo Politkovskaja, ammazza il giornalista Protazanov e la giornalista cecena Estemirova. Saltata cronologia anche qui, però almeno il 50E50 è salvo. Sia maledetta Russia (si scrive Russia, si legge Putin) che prosegue nella mattanza paritaria di martiri veri per professione vera.
Svizzera, a conferenza internazionale contro razzismo, presente e parlante l’iraniano Ahmadinejad, USA e alcuni europei tra cui Italia non partecipano per protesta. Ma quant’è bella Svizzera neutrale.
Siamo alla U, finalmente. Il 20 gennaio in USA si insedia Obama e come prima cosa equipara gli stipendi di uomini e donne che fanno lo stesso lavoro, poi sfida le lobby, più tasse a ricchi per assistenza sanitarie.
Infine, sempre in alfabetico, disarmo nucleare Usa-Urss con firma Obama-Medvedev.
Penso che queste ultime tre siano le uniche buone per il 2009 dal Mondo, sempre seguendo il web.
Ah, a proposito di salti: in Vaticano rientra scisma (1988) con i seguaci di Lefebvre; polemiche per parole di Vescovo che nega la Shoah. Espulso dall’Argentina, poi chiede scusa a Ebrei e Papa (a 50E50?).
Infine, in tema di saltamenti, salta la candidatura di D’Alema come Ministro Esteri per la UE. Gli preferiscono addirittura una donna, Catherine Ashton. Ma siamo in UE. Niente paura, si rifarà in Italia, anche grazie a Berlusconi assumerà il comando di altro in perfetto italiano.
Oh, per chiudere con le rilevanti nel Mondo, scoppia febbre suina, ma non ho segnato quando.
Le altre news da Mondo in Cisterna, non ce la faccio, inizio a sentirmi così così.
Sul fronte Italia, di ciò che passa e passerà alla Storia qualcosa si trova già nella nostra Cisterna tra le varie del cronologico sede 2009 Udi: una vicenda con un nome dentro, Eluana.
Poi, c’è altro e altro.
Nel mio resoconto personale e parziale ho fatto cenno a europee, terremoto e referendum.
Oppure no? Non ho scritto che un referendum non raggiunse il quorum quell’anno? Ok, tanto è Storia che ritornerà.
Dopo una sconfitta sarda, un Veltroni passa la mano a un Franceschini alla guida di un PD.
Per rigenerare Italia anche con il nucleare, un Berlusconi firma con un Sarkozy.
Non so a chi legge, ma a me è già passata claustrofobia.
La carta continua a essere sacra, in nome degli alberi.
Anche per quest’anno, ci sarà da divertirsi. Almeno ci provo, dal web giochino.
Come per tutte, un posto a sé anche per varie da italia e mondo 2009, nella cartella varie ed eventuali mac 2009 [10].

 

 

___________________

 

 

torna a indice

 

Lascia un Commento