faccia libro

87

 

Tra gli invii Sede Udi di settembre 2009 si trovano relazioni e interventi vari della Scuola politica Udi tenutasi a Roma dal 3 al 6 settembre, così come quelli di un’Assemblea autoconvocata tenutasi di domenica pomeriggio in corsa, attaccata ad una Scuola. Era quell’Assemblea pervicacemente voluta da una Garante per dire che bilancio preventivo politico è cosa seria. 188

Tra gli invii di settembre, in data 09, una mail ancora interessante, a proposito di una manifestazione di protesta, argomento: libertà di stampa…
Tra gli invii di settembre, in data 25, c’è la sbobinatura del mio intervento alla Scuola, avevo parlato a braccio, come base gli appunti sardi in Dacia solitaria.
Infine, sempre negli invii di settembre, ce n’è uno contenente una parola nuova: facebook. Trattasi di mail con allegato bello in data 21.09.  Lo ricordo bene, anche senza controllare l’elenco, perché ricordo quell’invio con dentro sono nata con un Congresso col nome di… e perché il 21 di settembre compie gli anni la mia mamma.
Una volta rientrata a Lecce, dopo un giretto lungo con annessa vacanza, gli impegni in vista di Brescia si moltiplicarono. Diedi una mano per selezionare i biglietti di Anfora da leggere su un palco. Rientrata che ero da un giretto lungo – Lazio, Toscana, Sardegna e ancora Lazio, quanto a regioni toccate in due mesi – trovai delle bellissime sorprese. Le importanti furono in numero di 2.
La prima fu vedere la faccia di mamma Gina rifiorita, dopo il soggiorno estivo a Castro.
La seconda arrivò dopo che una Portastaffetta nazionale mi spiegò meglio in dettaglio di un’altra faccia, che tradotta malamente dall’inglese fa faccia libro. Parlo di facebook, affare virtuale e a volte poco virtuoso, dove da aprile 2009 era entrata anche Staffetta Udi e da agosto la stessa Sede nazionale. In agosto, da lontano, avevo chiesto: faccialibro, me la spieghi meglio questa cosa? Rispose: è un’altra utile a Staffetta, me la darai una mano, poi? tra sito e impegni vari per Brescia, sarei un tantino con l’acqua alla gola e siamo in poche a lavorare come si deve, come nazionale. Enza Miceli aveva convinto la Delegata a far entrare in facebook anche la Sede nazionale, con un nome dentro lungo lungo: Udi Nazionale Archivio Centrale. Passammo i guai su facebook a fine settembre 2009, come Udi. Qualche guaio meno grave seguirà, sempre come Udi. 189

Alla fine di settembre 2009 è stato chiuso l’account della Sede nazionale. Restò solo Staffetta Udi.
Facebook ha pro_curato croci e incontri benedetti. Croci da parte di uomini e di donne.
Lo stesso dicasi per gli incontri. Primo fra tutti, primo in ordine di tempo e prima in tutto, una Simona da Lugano abbracciata in carne ed ossa a Brescia: Simona Trabucco è solo la prima di molte donne che oggi sono iscritte Udi, da facebook. Anche facebook tornerà, come parola, in interventi e scritti Udi. Ci arriveremo. Oggi, posso confermare quello che si trova scritto con date di fine 2009:  facebook, come tutto, è solo strumento. Il primato resta della politica, dappertutto.
Su facebook come altrove, l’intento della Sede Udi già da quando si era deciso l’ingresso come Staffetta, era di rivolgersi alle donne per comunicare cose belle. Di andare contro buontemponi e simili non avevamo né abbiamo tempo e voglia.  Personalmente, questo genere di attivismo lo lascio tutto alle scalmanate web. Ancora una volta, il problema vero sono le donne che cascano nelle trappole internettiane, insidie condite di belle parole con fotine al seguito, per commuovere cuori che si infrangono o cervelli che si pensano onnipotenti capaci di redimere da peccati: io ti salverò! Siamo sempre lì, prede le donne di corollari da romanticismo antico, anche sotto forma web. Il nostro sguardo anche su facebook è rivolto soprattutto alle donne, per metterle in guardia da pericoli ambigui e sentimenti ambivalenti, che vanno gradualmente da rabbie scomposte e paritariamente violente a quel… io ti salverò! altrettanto demente.

Dove siamo noi oggi? Ancora su facebook. Staffetta Udi, alla fine di quella scampagnata contro la violenza durata un anno, esattamente a dicembre 2009, si è trasformata. Ha cambiato il proprio nome, con una delle tante performances offerte da facebook. Quel nome lì, quello scelto ad agosto per Udi Nazionale Archivio Centrale, era troppo lungo. Se nel web si va di fretta, su facebook si passa e va, macinando parole e gesti, ancora di più. Quel nome è lungo? Allora, metteremo la prima e l’ultima. E Udi Centrale fu. Udi Centrale è.

 

____________________________

NOTE 

188
Nella mia posta gli arrivi da Udi nazionale per il mese di settembre 2009 sono 20.
Sempre in Appendice per l’elenco e poi in Cisterna per mail con allegati.
La mail relativa alla Scuola è in data 21.09, mentre il resoconto dell’Assemblea è arrivato il giorno 11.09. Nel resoconto si trovano citate alcune mie parole: con quali gambe farle camminare. Il riferimento è alle iniziative Udi. Ah, forse non l’ho ancora fatto, nelle tante parole. Allora lo faccio adesso: esprimo il mio grande apprezzamento verso la Delegata per puntualità e completezza degli invii. Non dico grazie. Non amo dirlo né riceverlo. Preferisco restituire il debito. Sempre.

189
Alcuni li abbiamo passati a causa di buontemponi a capo di lobby di padriseparati che imperversano su facebook e sul web. Erano convinti che Udi fosse la Casa Madre dei centriantiviolenza in Italia. Trovai scritto proprio così: Casa Madre. E fin qui, poco male. Non era e non è esatto, ma pazienza. A causa dell’equivoco, però, ci tireranno addosso molte ire scomposte. Alcuni erano reduci da confronti con Centriantiviolenza, Pm e Giudici. Il tutto attrasse, come accade puntualmente in tali percorsi, teste rasate   e corredo vario di delinquenza italiana sessista web. Dobbiamo farle fuori, queste femministe: queste le più  carine tra le parole usate. Con le stampe delle schermate web mi recai da Polizia Postale, perché sono una cittadina a modo. Lì, un dirigente come si deve, a braccia aperte e sconsolate: su facebook abbiamo le mani abbastanza legate, facebook u.s.a. non fornisce gli originali delle pagine neanche in casi schifosi di pedopornografia web. Le uniche indagini andate a buon fine sono quelle corroborate da altro materiale; questo non basta; facciamo un controllo, piuttosto: ok, i siti Udi sono a posto; per il resto, fate attenzione: la permeabilità facebook è estrema, esperti delinquenti possono entrare e uscire da qualsiasi account. Alcuni guai li aveva passati la sottoscritta nel proprio account personale: scomparse note e altro, un buontempone lasciò quanto bastava per mandare a dire che sapeva chi ero e cosa facevo. Era la mezzanotte prima del giorno di una visita alla Pol@. Ho scoperto il tutto in presa diretta, con tanto di messaggio carino, con la frase del replicante di Blade Runner che si conclude con è tempo di morire. Che buontempone. Decisi di chiudere temporaneamente il mio account, un po’ per somma di impegni, un po’ per somma di buontemponi. L’ho riaperto nel 2010, ricominciando da tre, nel senso di “amici”. Guai più lievi, ma pur sempre consistenti, riguardano donne. Alcune socie erano entrate su facebook con la sigla Udi, con tanto di logo e con tanto di altro. Partirono mail dalla Sede, anche lì. E si rispose così così. Una donna che gestiva un gruppo facebook udi xxx attivo dal mese di ottobre 2009 si scuserà poi del fatto di non sapere nulla di Staffetta Udi, presente da aprile 2009. Evidentemente, non era stata adeguatamente informata dalla sua portavoce.. Tra le tante amenità scritte da socie, la prima che mi viene in mente è il consiglio ad un amico a iscriversi al gruppo facebook udi di xxx, perché… “ora si possono iscrivere anche gli uomini all’Udi, anche a quella non virtuale”. Anche un centro consulenza sedicente udi genovese entrò su facebook per farne vetrina, sempre col logo Udi. Dopo una diffida chiuse i battenti, almeno quelli su facebook. Molti misfatti a danno di Udi sono stati scoperti grazie a facebook. Per questo, alla fine, nonostante tutto, ancora una volta: grazie, facebook!
Una sventata da un microfono dirà: Udi è cosa seria, su facebook non ci può stare, facebook procura solo guai! In un certo senso, aveva ragione. Facebook pro_curerà guai, contribuendo a scoprire nel febbraio 2010 altri guai prodotti ai danni di Udi. Dipende sempre dallo sguardo, però aveva ragione, col trattino basso: facebook pro_cura anche guai.

 

vai

 

__________________

torna a indice

__________________

POST-SCRIPTUM 2013:
per l'aggiornamento sulle evoluzioni in facebook vedere post_illa

Lascia un Commento