capa ci hanno flashato!

20

In un pomeriggio di sole e vento, era sempre con kappa e la smart, ci fermiamo sul litorale di Livorno sotto una tenda bianca. E lì mi scappa di dire che Udi non appartiene alla sinistra. Fu un mezzo parapiglia.
Eravamo reduci da una cosa molto di sinistra, a Firenze dove ero invitata a parlare sempre del 50, in una di quelle cose di tre giorni nel parco, con un fiume di parole incrociate sul programma.

La nostra ospite quasi a metà incontro si dilegua, finisco, mi guardo in giro, manco un salutino? Usciamo dalla sala, ci incamminiamo nel parco, con kappa che mi chiede qualcosa sulle donne che appartengono alla sinistra. Non riesco a rispondere perché ci rintrona i timpani una voce proveniente da un altoparlante poco più in dà, quasi tutti gli stand sono vuoti. Tutte e tutti paritariamente a sentire Diliberto. Chiamo la nostra ospite per salutarla, sono una personcina a modo, in fondo.

Le parole del segretario a quel punto le sento in stereo, fuori e dentro il telefono. E l’ospite che urla sottovoce: scusami tanto oh cara, mi sono dovuta allontanare, ci vediamo, però, eh? e grazie ancora! Non importa cara, resta pure dove sei, noi tanto si va via, si deve scappare ad Arezzo, ci sono un paio di fiorentine che ci attendono. 54
Dicevo di Livorno, e questa è del giorno dopo le fiorentine. A Livorno, dopo il parapiglia post-non apparteniamo-alla-sinistra, non era proprio cosa di andare a cena e spiegare meglio perché Udi non appartiene che a se stessa. Troppe parole, troppi anni di opere e omissioni, troppi vuoti a perdere mentali nelle teste di troppe. Alla fine del parapiglia guardo kappa, le mando un segnale muto, lei mi fa immediatamente da spalla con gli occhioni un po’ meno spalancati, un po’ più consapevoli. Invento che siamo attese da alcune amiche lungo l’Aurelia per mangiare il caciucco. Ripartimmo che era quasi sera: ma sì, possiamo arrivare a Roma anche alle 3 del mattino. Tanto, alla Casa Internazionale siamo attese solo per il pomeriggio. Non ci fermammo a mangiare caciucco. Gustammo panini buoni dalle parti di Orbetello. 66 A Civitavecchia sbaglio strada e m’infilo dritta dritta in città. Ad un certo punto, la voce di kappa mi sveglia. Kappa non aveva – e non ha ancora – la patente. Capa, ci hanno fatto una foto. Rispondo in un battibaleno, rasserenante e al contempo un po’ scocciata, non solo per via del risveglio: come sarebbe a dire? anche qui? Era il flash di un autovelox.

 

vai

__________________________

NOTE
i riferimenti in nota attengono a file contenuti nella Cisterna.

54
Non entrai nei dettagli. Per la precisione, era Capriola vicino a Ruscello dalle parti di Battifolle, su di una collina. Non entrando nei dettagli, non le dissi che parlavo di bistecche. Nella Cisterna, il programma di x una sinistra unita e plurale tenutosi a Firenze il 21-23 settembre 2007 si trova nella cartella varie ed eventuali 2007 [06].

 

Lascia un Commento