why or because

dice…

perchè non scrivi più?

Fabulous-Stairs

dico…
perchè sto scrivendo.

 

m.a.c. 2014

p.s.:
e a qualcuna è saltato in mente anche di impattare l’inglish.
ora, per dire, è a boston.

 

 

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

________________________________________________

questo brano musicale è uno dei miei preferiti. anche come parole.
è proprio vero. devi entrare, per poter uscire.
we’ve got to get in to get out

adoro selling england by the pound anche per i loro giochi di parole.
la prima cosa che ho fatto appena li ho sentiti,
come quasi tutta la musica con testo in inglese,
è stata cercare la traduzione. ho tutti i pezzi dei genesis.
e sull’ellepì originale, c’era. lo ricordo.
magnifici. ancora grazie, ragazzi! per la visione, la fantasia. e la follia.

_________________________________________________
the carpet crawlers – il brano che stai ascoltando -
però non fa parte di selling england by the pound
ma di the lamb lies down on broadway.
è mac che ha iniziato da lì.
così, per essere precise (Imenea)
_________________________________________________

TESTO DI CARPET CRAWLERS

There is lambswool under my naked feet
The wool is soft and warm, gives off some kind of heat
A salamander scurries into flame to be destroyed
Imaginary creatures are trapped in birth on celluloid

The fleas cling to the golden fleece hoping they’ll find peace
Each thought and gesture are caught in celluloid
There’s no hiding in my memory
There’s no room to avoid

The crawlers cover the floor in the red ocher corridor
For my second sight of people, they’ve more lifeblood than before
They’re moving in time to a heavy wooden door
Where the needle’s eye is winking, closing in on the poor

The carpet crawlers heed their callers
“We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out”

There’s only one direction in the faces that I see
It’s upward to the ceiling, where the chamber’s said to be
Like the forest fight for sunlight that takes root in every tree
They are pulled up by the magnet believing they’re free

The carpet crawlers heed their callers
“We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out”

Mild mannered supermen are held in kryptonite
And the wise and foolish virgins giggle with their bodies glowing bright
Through a door a harvest feast is lit by candlelight
It’s the bottom of a staircase that spirals out of sight

The carpet crawlers heed their callers
“We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out”

The porcelain manikin with shattered skin fears attack
The eager pack lift up their pitchers, they carry all they lack
The liquid has congealed which has seeped out through the crack
And the tickler takes his stickleback

The carpet crawlers heed their callers
“We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out”

We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out

The carpet crawlers heed their callers
“We’ve got to get in to get out
We’ve got to get in to get out”

 

_____________________________________

TRADUZIONE ALLA BUONA

GLI STRISCIANTI

C’è lana di agnello sotto i miei piedi nudi
La lana è soffice e calda
Trasmette un qualche tipo di calore
Una salamandra si affretta verso il fuoco per essere distrutta
Creature immaginarie sono intrappolate nel momento della nascita sulla celluloide
Le pulci si aggrappano al vello d’oro,
Sperando che trovino pace
Ogni pensiero e gesto sono catturati nella celluloide
Non c’è nulla che possa nascondersi nella mia memoria
Non ci sono stanze da vuotare
Gli striscianti ricoprono il pavimento nel corridoio rosso-ocra
Ad un mio secondo sguardo alla gente, loro sono più pieni di linfa vitale di prima
Stanno muovendosi
Stanno muovendosi a tempo verso una pesante porta di legno
Dove il penetrante occhio sta ammiccando, puntando lo sguardo sul povero
Gli strisciatori del tappeto ubbidiscono ai loro invocatori
“Dobbiamo entrare per uscire
Dobbiamo entrare per uscire”
C’è solo una direzione nelle facce che io resco a vedere
È in alto verso il soffitto dove le camere ė detto che siano
Come la foresta lotta per la luce del sole che sviluppa radici in ogni albero
Sono spinti verso l’alto da un magnete, credendo di essere
Gli strisciatori del tappeto ubbidiscono ai loro invocatori
“Dobbiamo entrare per uscire
Dobbiamo entrare per uscire”
I supermen dai modi miti sono trattenuti nella kryptonite
E le vergini sagge e sciocche ridono con i loro corpi che brillano luminosi
Attraverso una porta una festa del raccolto è illuminata a lume di candela
È la base di una scala a spirale che sale all’infinito fuori dalla vista
Gli strisciatori del tappeto ubbidiscono ai loro invocatori
“Dobbiamo entrare per uscire
Dobbiamo entrare per uscire”
Il manichino di porcellana con la pelle fratturata ha paura di attaccare
Il contenitore entusiasta solleva le loro brocche,
il materiale di cui tutti sono privi
Il liquido si è congelato, infatti è scorso lentamente fuori dalla crepa
Ed il solleticatore tira fuori il suo spinarello
Gli strisciatori del tappeto ubbidiscono ai loro invocatori
“Dobbiamo entrare per uscire
Dobbiamo entrare per uscire” 

NOTA DI MAC:
anche se, ne sono certa, non è la cosa più incomprensibile, chiarisco per chi non lo sapesse:
lo spinarello è un pesce ;-)

 

Pubblicato in 2014