ossi di sappia

read the English translation at the bottom of the page 

[in short, translation… it’s just a figure of speech]

 

Chi legge prima lo fa per un messaggio privato. Rivolto solo a chi cliccò like in giro. Mi stufai di tag, che si sappia

Sulla faccenda, i più impazienti di tutti, almeno a parole nei commenti, sembrano due. Mi rivolgo a loro. Ma la cosa vale per tutte. Magnificat differentiae.

Dear Caterina and dear Lorenzo,
scrissi “voglio gli auguri, se no m’incazzo”.
E sustiusa* sono, che si sappia.

Sedici prenderà tutta la mia vita, d’ora in poi. Se è per questo ha iniziato già un bel po’. Userò molto il blog, che è ancora under construction.
Non vorrei farla lunga. Primo ebook inserito su amazon molto più di un anno fa. Fatta anche una festa per l’evento clou, capitava di 16 febbraio. Che bello. Coincidenza bella.
La vita però è fatta di cose belle e brutte. La prima Donna (lo dico nella Prefazione) alla quale dovrò dire grazie (alla fine) è mia Madre. Gina se ne andò due settimane circa dopo quell’evento. Già pronte le parti successive, che si sappia. Il tutto, dolori vari esclusi che sono solo fatti miei, sconvolse non poco la quotidianità nei ritmi, con ripercussioni anche su Sedici.
Un fatto di manutenzione, direbbe Nuzzo. Manutenzione e cura.

A parte questo, mi venne il distacco del vitreo. Fanculo.Che si sappia. Provai, senza riuscirci del tutto, ad avere cura dei miei occhi. Che mi piacciono assai, Caterina/Lorenzo. A parte questo, mi venne anche un po’ di pigrizia.
Intanto pensavo a come cavolo fare per continuare con questi cavolo di ebook.
Poi, finalmente (non improvvisamente, sarebbe troppo come citazione) l’estate scorsa, una Donna mi ha detto come fare per editare senza troppi costi il cartaceo.
La soluzione era in un affare chiamato ilmiolibro.it
Il fatto è che vi voglio bene, Caterina e Lorenzo. Sì, anche a voi altre. Vi voglio bene e quando il mio.libro.fanculo.it mi ha detto che Sedici 1989-1992 non poteva costare meno di 25 euri mi prese un coccolone.
Non me ne frega una minchia di guadagnare su questa cosa. Magari, quel tanto che possa alleviare di poco il gran daffare di chi mi gira intorno, questo sì. Che si sappia. Però non volevo che Sedici (moltiplicato poi per quattro, fino al 2005 incluso) costasse molto più di 12-13 euri. Allora mi sono detta, come minchia faccio?
Scoprimmo così che potevano agire ancora su margini e rientranze e caratteri vari. Nel rispetto degli argini imposti dal miolibro.etcetera.it
E quando diede la risposta finale, il bellimbusto? il 16 di dicembre, ossia ieri. Secondo me, ci hanno preso gusto pure lì…

Ora, che si sappia, la scelta generale sulla formattazione, di cui parlo alla fine della Prefazione, è stata fatta a monte. Non c’entra nulla con i costi. Ed è la pura verità. Non mi piacciono virgolette e simili**. Etcetera. Manco per niente.
Però… la versione finale ha i margini più stretti. E un carattere di un punto più piccolo, anche se con spaziatura espansa.
Ho fatto leggere l’anteprima a una
Signora. Mi disse ok, non ti preoccupare. Ragion per cui, Caterina, Lorenzo, mi sono messa di nuovo a smanettare. Supportata e sopportata da altre intorno. Col vitreo mi si stava per staccare anche retina e tutt cos. Fanculo 2. Ma sono riuscita senza danno (parlo dei miei occhi) a fare in modo che il miolibro.botteghino.it alla fine rispondesse 12 euri come prezzo base. 

Ora, dopo tutte queste belle parole, Caterina, Lorenzo, sei avvertita, sei avvertito. Sì, dico pure a voi.

Se puta caso ti/vi venisse in mente di volerlo leggere veramente, e puta caso venisse voglia di lamentarsi di qualcosa, parlo sempre della formattazione finale, ecco… rivolgersi alla Signora di cui sopra. Lei non dice parolacce.
Io, nel caso, ne direi. Tante tante.

Questa è la faccenda, ridotta all’osso***.

Baciuzzu. Sì, pure a voi tutte.

M.A.C.

* Lorenzo, se non sai cosa significa sustiusa che campi a fare?

** Non mi piacciono neanche gli asterischi. Non mi riferisco a quando, come ora, vengono usati per rimando a una nota. Non mi piacciono, li aborro, direi quasi li odio se non odiassi la parola odio, quando vengono usati per azzerare differenze nelle desinenze. Mi sono odiata anche in prima persona, quando li ho usati, tempo fa. Un vezzo dilagante. Inquietante, almeno per me. Dicono sia uno dei tanti politically correct del momento. Gender moment? Dipendente o indipendente ancora non si sa. Ma fanculo, va! Non lo sopporto, Caterina. Non lo sopporto, Lorenzo. Ok, basta come divagazione. Eniuei, donne avvertite. E idem per gli uomini.

*** così si spiega anche il titolo. mac precisa.

6104-0

Adesso, per Joan e solo per lei, traduco. Sempre con Google.
Miss Barbantine non la voglio scomodare. E poi, lo ha detto Carl: ha una sua poetica surreale.

___________________

Now, for Joan, and just for her, I translate. Always with Google.
Miss Barbantine I not want to disturb. And then, I told Carl: has a poetic surreal.

The reader before it makes for a private message. Looking only at those who clicked like around. I got tired of tag, you know.

On the matter, the most impatient of all, at least in words in comments, like two. I turn to them. But the thing is true for all. Magnificat differentiae.

Dear Catherine and dear Lorenzo,
I wrote “I want to congratulate, if not m’incazzo”. And sustiusa * I am, you know.

Sixteen take all my life, henceforth. For that he has already started a while ‘. I will use the blog, which is still under construction.

I will not make it long. First ebook on amazon added more than a year ago. Also made a party to the main event, he happened to 16 February. How beautiful.

Beautiful coincidence. Life, however, is made up of good and bad things. The first woman (I say in the Preface) to which I have to say thank you (eventually) is my Mother.

Gina went about two weeks after that event. Ready-made subsequent parts, you know. All this, various pains that are excluded only my own, shocked not just the everyday rhythms, with repercussions on Sixteen.

A fact of maintenance, would Nuzzo. Maintenance and care.

Apart from that, it was the vitreous detachment. Fanculo. Che you know.

I tried, but he failed completely, to take care of my eyes.
I like very, Lorenzo. Apart from that, it was also a bit ‘lazy.
I was thinking about how the hell to do to keep up with these damn ebook.

Then, finally (not unexpectedly, would be too much like quote) last summer, a Woman told me how to edit the paper without too much cost.
The solution was in a business called ilmiolibro.it

The fact is that I love you, Catherine and Lorenzo. Yes, to you other.

I love you and when the mio.libro.fanculo.it said that Sixteen 1989-1992 could not cost less than 25 euros I took a cuddly.
I do not give a fuck to win this thing. Maybe, just enough that it can relieve a little of the great pains of who I turn around, yes. Let it be known. But I did not want Sixteen (then multiplied by four, until 2005 included) cost a lot more than 12-13 euros. Then I said to myself, how the fuck do I do?
We found out so that they could still act on the margins and indentations and diverse characters.
In respect of the banks imposed by miolibro.etcetera.it

And when he gave the final answer, dude? December 16, yesterday. In my opinion, they have acquired a taste there too …

Now, you know, the general choice on formatting, I’m talking about the end of the Preface, was made upstream. It has nothing to do with costs. And it’s true. I do not like quotes and the like **. Etcetera. Needless to nothing.

… But the final version has narrower margins. And a character of a smaller point, although with expanded spacing. I did read the preview in a Lady. He said ok, do not worry. Which is why, Catherine, Lorenzo, I started again to play with. Supported and borne by other around.
With vitreous I was about to pull the retina and also all and all things. Fuck 2.

But I could not give (I speak of my eyes) to make sure that the miolibro.botteghino.it finally answered 12 euros as the base price.

Now, after all these beautiful words, Catherine, Lorenzo, you’re warned (female), you have been warned (male). Yes, I also say to you.

If puta case [ just in case.... maybe]  you / you could think of really want to read it, and puta case  [ always just in case.... maybe] should wish to complain about something, I always speak of the final formatting, here is … ask the Lady above! She does not say bad words. I, just in case, I’d say. Many many.

This is the thing, bare-bones ***.

Baciuzzu. Yes, well you all.

M.A.C.

* Lorenzo, unless you know what that means sustiusa fields to do?

** I do not even like the asterisks. I do not mean when, as now, is used to refer to a note. I do not like, abhor them, almost hate them if not hated the word hate, when used to clear differences in endings. A quirk rampant. Disturbing, at least for me. They say it is one of many politically correct at the time. Gender moment? Dependent or independent is not yet known. But fuck it, go! I can not stand, Catrerina. I can not stand, Lawrence.
Ok, just as an aside. Eniuei, women felt [??]. And ditto for men. [???]

*** This explains the title. mac precise.
DearJoan, I dont know that fuck mean “bare-bones”. But I’ll explain you face to face. Too much long as translation. In little words, this is a word game that starts from the collection of poems “Ossi di sepia” of Eugenio Montale.
Ossi di seppia. Ossi di sappia.
Sappia = conjunctive form of the verb to know. Ciao.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.